Bettella

In pochi sanno che i salumi presenti nei menu dei migliori ristoranti stellati d’Europa provengono dalla nostra provincia, per la precisione da Gabbioneta-Binanuova, nel cuore del Parco dell’Oglio. Qui sorge l’azienda agricola Bettella: una storia antica di 130 anni.
Ad accoglierci nella grande aia Giuseppe Bettella, occhi vispi e sorriso sincero, che ci prende sottobraccio e inizia a raccontare.
150 ettari di terreno, un palazzo nobiliare dove Giuseppe ha passato l’infanzia e un vecchio laboratorio di trasformazione dove il nonno produceva salami per un rapporto di uno a uno: un salame per ogni giorno invernale. Allevavano galline e suini con metodo intensivo: fino a dodicimila esemplari a tornata.
La svolta è arrivata col figlio Stefano, che ha deciso di puntare tutto sulla qualità, riducendo drasticamente il numero di capi. Giuseppe e Stefano, con l’aiuto dello zio e di cinque dipendenti, gestiscono tutto, o quasi. Dalla produzione dei mangimi (mais e orzo) all’allevamento: “i mangimi che vengono usati di solito sono deleteri per la carne e portano i maiali a crescere in fretta. Noi invece non usiamo additivi e i nostri animali non vedono un antibiotico”. In media un suino vive circa 9 mesi. Qui invece i maiali crescono lentamente, con un ingrasso equilibrato, impiegando tutto il tempo necessario (circa due anni) fino a raggiungere i trecento chili di peso. Forse per questo si chiamano maiali tranquilli!
I salumi sono asciugati nelle zone di elezione e poi tornano qui ad affinare nella cantine di casa.

Fotogallery