1 ottobre 2015

Rosa canina

rosa-canina

Nome scientifico
Rosa canina

Descrizione
La rosa canina è la specie di rosa spontanea più comune in Italia, molto frequente nelle siepi e ai margini dei boschi.
È un arbusto spinoso, alto 100 – 300 cm, con fusti legnosi, glabri, spesso arcuati e pendenti, e radici profonde.
Le spine rosse sono robuste, arcuate, a base allungata. Le foglie, caduche, sono composte da 5-7 foglioline ovali o ellittiche, con denti sul margine. La rosa canina fiorisce da maggio a luglio. I suoi frutti carnosi e colorati di un rosso vivace raggiungono la maturazione nel tardo autunno.

Proprietà
Viene largamente usata per i suoi altissimi contenuti di vitamina C e per il suo contenuto di bioflavonoidi.
I principi attivi vengono usati dalle industrie farmaceutiche, alimentari e cosmetiche; i frutti, seccati e sminuzzati, vengono usati in erboristeria per la preparazione di infusi e decotti.
È indicata come astringente intestinale, antidiarroico, vasoprotettore e antinfiammatorio. I semi vengono utilizzati per la preparazione di antiparassitari. Il suo decotto viene utilizzato in cosmetica per pelli delicate e arrossate.

Cucina
Con i frutti freschi si preparano ottime marmellate.

Guarda tutte le ricette con questa erba