1 ottobre 2015

Silene

silene-vulgaris

Nome scientifico
Silene vulgaris

Descrizione
La Silene è una piccola pianta (alta fino a 60–70 cm) perenne e glabra, dai caratteristici fiori a calice chiamati “bubbolini”. Le foglie sono del tipo ovate o lineari, lanceolate. Il colore è verde con riflessi bluastri o cenere.

Proprietà
In Italia è considerata molto comune, conosciuta in ogni area con un nome diverso per la sua grande diffusione e l’ampio utilizzo che se ne fa.

Cucina
E’ tra le erbe spontanee più ricercate e usate in cucina, ed è senz’altro tra le più apprezzate dagli amanti della buona tavola. Si utilizzano i giovani germogli e i nuovi getti oltre alle foglie più tenere. Si tratta di una verdura tenera e dal sapore delicato e particolare, utilizzata sia fresca che cotta.
Fresca si consuma in insalata, aggiungendola ad altre erbe, oppure si può lessare per preparare torte salate, minestre, come condimento per la pasta, ripieni nei ravioli, risotti o per essere ripassata in padella. In alcune zone del meridione si usa quale componente aromatica per frittelle a base di bianchetti. I germogli si possono lessare e ripassare in padella, utilizzandoli per frittate o come condimento per la pasta.

Guarda tutte le ricette con questa erba