6 novembre 2017

Il mondo di cristallo, incontro con Gabriele Bertacchini

bertacchini

«I problemi ambientali non sono altro che la naturale conseguenza del mondo e delle regole che l’uomo moderno ha costruito»

In un mondo che corre sempre più veloce, l’uomo si è distaccato dalla Terra e dalle sottili energie che ne alimentano l’esistenza, perdendo di vista quelli che sono gli impalpabili equilibri dell’Universo e le conseguenze delle singole scelte e azioni.
La vita, con tutte le sue forme silenziose, non è più al centro dei suoi pensieri ed è stata messa da parte; eppure continua a pulsare ogni giorno tutt’intorno con sorprendente meraviglia, se solo ci si ferma per un istante ad osservarla.

Nuove “leggi” inventate hanno preso il posto di quelle reali e si sono fatte strada tra le “città”. Gli effetti sono come un “fumo grigio” che si solleva nel Cielo, che non sempre si riesce a vedere, ma che quando si rivela si prova ad allontanare rincorrendolo con affanno.
Le differenti problematiche ambientali vengono esaminate in una visione d’insieme, partendo dalla loro origine e matrice comune. In questo modo, la riflessione assume molteplici forme: da saggio sulla natura, a racconto filosofico, da studio sociologico a romanzo sulla vita dell’essere umano, su quello che ha sottovalutato e dimenticato, decidendo di vivere in “un mondo dalle pareti di cristallo”.

Gabriele Bertacchini nasce a Bologna. Dopo la laurea in Scienze naturali e la specializzazione in Comunicazione ambientale, fonda AmBios – per una comunicazione dell’ambiente, azienda specializzata in informazione, formazione ed educazione ambientale.

Domenica 12 novembre, ore 17:00
Libreria del Convegno

Evento in collaborazione con Filiera Corta Solidale, Salviamo il Paesaggio Difendiamo i Territori e Circolo Vedo Verde Cremona – Legambiente