Vantaggi

mele-raccoltaQualità e sicurezza
Prima la salute! Con Filiera Corta Solidale acquisti esclusivamente prodotti naturali, freschi e di stagione, ottenuti senza l’impiego di coloranti, additivi e conservanti.

Sostenibilità ambientale
Sostieni un’agricoltura rispettosa dell’ambiente e del territorio. La maggior parte dei prodotti proviene da coltivazioni biologiche e biodinamiche che non utilizzano fertilizzanti e pesticidi di origine chimica e che si impegnano a tutelare la qualità dei suoli e delle falde acquifere e a difendere la biodiversità. Acquistando prodotti prevalentemente di origine locale, inoltre, sostieni le economie del territorio e contribuisci a ridurre l’inquinamento dovuto ai trasporti.

Risparmio
Grazie al sistema di prenotazione della spesa che ci permette di organizzare economie di scala e minimizzare i costi di invenduto, i prezzi di Filiera Corta Solidale sono davvero contenuti.
Da quest’anno, Filiera Corta Solidale ha stipulato una Convenzione con la Libreria del Convegno di Corso Campi 72. I soci in regola con il versamento della quota sociale 2017 potranno usufruire di uno sconto del 10% su tutti i libri in vendita presso la libreria, previa esibizione della tessera.

Pranzo

Solidarietà e inclusione sociale
Filiera Corta Solidale sostiene l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate: le attività di smistamento sono svolte grazie all’impiego di persone che versano in condizioni di fragilità psichica e sociale (L. 381). Inoltre, per l’approvvigionamento e la distribuzione dei prodotti, Filiera Corta Solidale si avvale della collaborazione di altre cooperative sociali (Coop. Sociale Carità e Lavoro, Coop. Sociale Nazareth, Cooperativa Sociale Le Querce).
La sensibilità e la ricerca di modalità partecipative sempre rivolte all’inclusione è testimoniata dalle iniziative e dai progetti realizzati in questi anni. Le esperienze più significative sono l’attivazione di due orti solidali e l’iniziativa Indovina chi viene a cena: un percorso di incontri rivolto a incoraggiare la conoscenza tra famiglie cremonesi e giovani migranti.