24 Febbraio 2020

Per una Cittadella dell’Economia Solidale e dell’Altra Economia

Sintesi
Il progetto si propone di analizzare e creare le condizioni per un intervento organico e complessivo di rigenerazione sostenibile e di riqualificazione urbana partecipata dell’area dell’ex mercato orto-frutticolo di Cremona (MAAI), in cui realizzare la “Cittadella dell’economia solidale”, prevista nel programma di Sindaco e Giunta del Comune di Cremona, rieletta a giugno 2019.
Il capofila del progetto, Filiera Corta Solidale, è impegnato da anni in percorsi di qualificazione della vocazione agricola del territorio di Cremona e di recupero di alcune funzioni dell’ex mercato orto-frutticolo, tramite la gestione, in un punto consegne di prodotti biologici locali insediato in uno degli spazi ex MAAI, di relazioni dirette tra produzioni e consumo sostenibili.
Il partner COSPER è fortemente attivo nel supporto a percorsi partecipati sul piano sociale in diversi ambiti.
L’area dell’ex mercato è di proprietà di AEM, società patrimoniale interamente partecipata dal Comune di Cremona: ambedue gli Enti, Comune e AEM sono co-finanziatori del progetto, con cui si propongono di poter avviare il percorso di ristrutturazione degli spazi ex MAAI previsto dalla Giunta.
La strategia e il relativo percorso progettuale si propongono di supportare:
– l’individuazione dei soggetti interessati al progetto di “Cittadella dell’Economia Solidale” all’interno del sito ex MAAI e alla creazione di relazioni cooperative di reciprocità tra di essi e di rete con i cittadini coinvolti e coinvolgibili in un percorso partecipato per creare una visione condivisa sulla destinazione d’uso di un “bene d’interesse collettivo” cui ridare vita;
– la realizzazione di un progetto architettonico complessivo per la rigenerazione di tutta l’area ex MAAI, che permetta poi a Comune e AEM di pianificare gli interventi necessari di riqualificazione via via attuabili;
– l’avvio di attività collaborative tra gli Enti già insediati in alcuni magazzini ex MAAI che facilitino il progressivo sorgere e la messa a sistema di un Incubatore di imprese socio-solidali collaborative in rete;
– una prima prefigurazione di servizi trasversali (ad es.: comunicazione, fundraising, formazione, filiera agro-alimentare socio-sostenibile) in rapporto con incubatore e “Cittadella” e di strumenti stabili (ad es. specifici “patti collaborativi”) per mettere in relazione il Comune con bisogni e aspettative della città e gruppi di cittadini attivi con imprese socio-solidali;
– la definizione di un dispositivo virtuoso di ‘retro-alimentazione’ delle attività della “Cittadella”, per procurare i mezzi necessari alla sussistenza delle imprese in essa insediate, all’interno di una vera e propria ‘economia circolare solidale’ che coinvolga anche i cittadini utenti dei suoi servizi.

Partner
– Filiera Corta Solidale (cooperativa sociale: capofila) e Cosper (cooperativa sociale)
– Comune di Cremona e AEM (società partecipata del Comune): co-finanziatori
Forum Cooperazione e Tecnologia (fornitore di servizi)
– Associazioni Amici di Emmaus, il Fiocco, GAS Filiera Corta Solidale (partner di rete)

Durata
Dal 1-1-20 al 31-12-21

Progetto finanziato da Fondazione Cariplo – Bando Emblematici provinciali 2019