mangia-come-parli

Mangia come parli di C. Scaffidi

Gratis!

Mangia come parli. Com’è cambiato il vocabolario del cibo
Cinzia Scaffidi
Slow Food, 2014
181 p. ; 20 cm

Negli ultimi cinquant’anni il mondo è stato attraversato da profondi mutamenti. Soprattutto nelle società occidentali, si sono affermati nuovi modi di produrre, di pensare, di vivere. Sono cambiati anche i costumi alimentari e, assieme al nostro rapporto con il cibo, è cambiato il linguaggio che al cibo si riferisce.
Nuove parole sono apparse, delle vecchie molte hanno assunto nuovi significati. Questo libro nel descrive cento, emblematiche di un’evoluzione su cui è necessario riflettere per soddisfare in maniera attenta e consapevole un bisogno primario. [dal libro]

Cinzia Scaffidi, laureata in Filosofia, con indirizzo storico, ha insegnato Lettere nelle scuole medie inferiori e superiori, ha lavorato per l’Ong di cooperazione allo sviluppo, diretto un settimanale lcale e scritto su riviste di vari settori. Nel 1992 inizia a collaborare con Slow Food. Insegna Interdisciplinarietà della Gastronomia presso l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (CN).

Puoi prendere in prestito questo libro per un mese. Per richiedere il prestito ti basterà aggiungerlo alla spesa di “soli freschi“. Il libro sarà disponibile per il ritiro il martedì successivo, contestualmente alla prima distribuzione utile di “soli freschi”, presso lo spazio Filiera al Centro di via dell’Annona 11.

Il libro andrà riconsegnato, sempre nei giorni di ritiro della spesa di “soli freschi”, allo spazio Filiera al Centro.
Sarà possibile rinnovare il prestito per un secondo mese, contattando direttamente la Biblioteca del Seminario Vescovile di Cremona:
– di persona in via Milano 5 (lunedì 8,30 alle 13,30; dal martedì al venerdì 8,30-12; 14-17,30);
– via telefonica (0372458289);
– via mail (biblio.seminario@gmail.com).

Per ulteriori dettagli sulletempistiche, controlla il foglietto (talloncino di prestito) che ti verrà consegnato insieme al libro.

La mancata restituzione o manomissione del libro comporta l’addebito dell’intero prezzo di copertina per i libri ancora in commercio e il doppio del prezzo di copertina per i libri fuori catalogo. I libri non devono essere sottolineati o segnati, ma trattati con cura: sono un BENE COMUNE!

Netto per unità di vendita: 1 pz.
COD: 0911 Categoria: